Famiglie allargate:cosa fare se i figli del tuo compagno non ti accettano

0
76

Essere la compagna di un uomo che ha dei figli nati da una precedente relazione e/o unione implica il rischio di non essere accettati da questi ultimi. Oggi ci sono tante coppie che si trovano in questa situazione e anche se la separazione è all’ordine del giorno, ci troviamo ancora in circostanze in cui i nuovi compagni non sono accettati dai figli nati dal rapporto precedente.

Perché?

La nuova compagna del papà incide, seppur involontariamente, sull’equilibrio del bambino e soprattutto, infrange il sogno che mamma e papà possano tornare insieme. Queste sono le principali cause in cui i bambini non accettano la nuova relazione, non da meno ci sono le ingerenze della prima compagna e quindi mamma dei piccoli. Posso dire, alla luce della mia esperienza lavorativa, che quest’ultima situazione è quella che crea le maggiori ingerenze nella relazione. I bambini nel tempo, pur conservando sempre il desiderio che mamma e papà tornino insieme, riuscirebbero a creare una relazione positiva con la nuova arrivata, ma il senso di colpa nei confronti della madre, soprattutto, quando quest’ultima ha subito la separazione, è un grosso macigno da superare.

Cosa fare per stabilire una relazione serena?

Capita il più delle volte che il proprio compagno descriva i suoi figli in modo idealizzato. Una volta incontrati ti rendi conto che non ti piacciono molto, sforzati comunque di fare amicizia. Loro saranno sicuramente diffidenti o aggressivi, bisogna trovare il modo di essere calma e rilassata, tenendo ben a mente che la separazione dei genitori, non importa se sia recente o meno, li ha sicuramente destabilizzati e resi fragili.

La situazione può risultare ancora più conflittuale in caso di figli adolescenti. Ciò che puoi fare è essere comprensiva, ma mostrare comunque fermezza nel caso in cui ci sia mancanza di rispetto. Parlare con il proprio compagno della situazione e fare in modo che non ti faccia passare per la cattiva della situazione, spesso, i padri, inondati dal senso di colpa, non riescono a gestire la situazione, finendo con il peggiorare il tutto.

Ricorda che l’autorità non deve venire da te, ma dal tuo compagno e dalla sua ex. L’ideale sarebbe far capire ai bambini di rispettare la loro mamma e che le relazioni con il padre fossero cordiali. Sappiamo, tuttavia, che nella stragrande maggioranza dei casi, la realtà non è questa.È nel tuo interesse stabilire buoni rapporti con lei, ma se proprio ti rendi conto che non è possibile, non lasciarti trascinare dalla sua rabbia in un confronto infinito ed estenuante. Dimostrati comprensiva, ma determinata e se non riesci a sfogare la tua rabbia, pensa ad un percorso che ti permetta di ristabilire le tue energie.

Il tempo è galantuomo e anche se inizialmente le relazioni non saranno pacifiche non andare in panico e non mettere in discussione per questo la tua relazione con il padre. A volte i figli hanno solo bisogno di tempo per accettare una nuova compagna. Il tempo, la pazienza e la comprensione giocheranno a tuo favore. Alla prossima!

CONDIVIDI
Articolo precedenteEnrica una principessa colorata
Prossimo articoloMascherine di carnevale :)
Mi chiamo Rosaria Uglietti, sono psicologa e mamma, qui potrai trovare informazioni utili sul benessere tuo e della tua famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here