Cefalea emicranica da fibromialgia, come riconoscerla?

0
204

La cefalea emicranica da fibromialgia è fra le patologie più sottovalutate che esistono. Avere mal di testa è diventata una condizione comune a molti, tanto da essere poco indagata. Il più delle volte, questo dolore che prende una parte del capo, oppure, del viso, è considerato come una banale emicrania. Ci sono anche casi in cui, poiché, l’emicrania si diffonde a livello mandibolare e/o mascellare, è confuso con qualche disfunzione della articolazione temporo-mandibolare, oppure, per artrosi. Ad una indagine più accurata, inoltre, il paziente spesso riferisce di aver sofferto di mal di testa da sempre. Mal di testa e/o dolore al volto.

Come possiamo diagnosticare una cefalea emicranica da fibromialgia?

Il sintomo che predomina la fibromialgia è il dolore, riuscire a differenziare una generica emicrania, da un’emicrania da fibromialgia è proprio la caratteristica del dolore. Il dolore da emicrania fibromialgia  è un dolore bruciante, caratterizzato da fitte, inoltre, l’emicrania da fibromialgia ha come sintomo caratteristico anche la sensazione di formicolio che prende il capo. In gergo tecnico questa sensazione di formicolio è chiamato parestesia, tutte le volte che al mal di testa si accompagna anche formicolio al capo, allora è ipotizzabile una causa fibromialgica. Il paziente, deve anche osservare se a volte il dolore che prende il capo e in particolare la tempia sia assimilabile alla puntura di un ago oppure ad una fitta compulsiva.

Quali concause possono aiutare a diagnosticare un’emicrania da fibromialgia?

Fra le situazioni che il paziente deve considerare possiamo annoverare sicuramente il clima, se il mal di testa è maggiormente presente in situazioni di clima rigido invernale, oppure, conseguente ad una giornata afosa. Abbiamo imparato, infatti, che le temperature estreme influiscono pesantemente sulla fibromialgia. 

Gli stati emotivi sono un altro elemento fondamentale da considerare. Pensare che il mal di testa possa essere presente soprattutto in condizioni di stress e ansia deve far ipotizzare che la causa possa essere la fibromialgia.

Che fare?

È molto importante non sottovalutare questa situazione, perché nella fibromialgia la tempestività nella diagnosi può aiutare davvero tanto, soprattutto a migliorare la qualità della vita.  Rivolgersi ad un buon medico è il primo passo per diagnosticare questa patologia, inoltre, se non bastasse a star bene, rivolgersi ad un professionista che si occupa di fibromialgia per avere gli strumenti che aiutino a vivere bene. Alla prossima!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here