L'importanza dell'autostima: come crescere un figlio sicuro

girl-2076273_1280Oggi voglio darvi alcuni consigli per far crescere il piccolo sicuro di se e farvi sentire serene.

  1. Dedicategli del tempo in maniera esclusiva. Molte mamme si sentono in colpa perché non riescono a stare molto tempo con i loro piccoli, per lavoro e altri impegni, le ore trascorrono velocemente. Quello che potete fare è ritagliarvi degli spazi da dedicare solo al vostro piccolo, in quel caso via cellulari ed ogni fonte di distrazione. Potete magari decidere un giorno a settimana in cui fare qualcosa di speciale.
  2. Dedicate il vostro tempo ad ognuno dei vostri bambini 
    Molte mamme in questo momento si arrabbieranno e penseranno e come posso fare? Ricordatevi una cosa fondamentale mamme:- i vostri bambini non hanno bisogno di tante ore per stare con voi, soprattutto, se in quelle ore siete distratte! Bastano pochi minuti ma speciali! Provate ad organizzare le vostre giornate attraverso delle routine, in questo modo riuscirete a ritagliarvi degli spazi per loro e anche per voi. In questo modo i bambini vi ringrazieranno e saranno più sereni.
  3. Accogliete le sue emozioni. Accade spesso di sottovalutare le emozioni dei nostri piccoli. Un esempio può essere il graffio scendendo le scale, oppure, il bernoccolo colpendo un giocattolo. Noi siamo portati a minimizzare l’evento. Questo fa sentire i nostri bambini sminuiti nel loro sentire. E’ importante invece accogliere il pianto, oppure, la rabbia per rassicurarlo e farlo ancora una volta sentire importante.
  4. Date poche regole ma ferme. I bambini non hanno bisogno di mille regole, ma di poche e chiare norme comportamentali ed è fondamentali che vadano rispettate. Un esempio può essere quello del riordino della camera o dei giocattoli. Questa frase può essere il monito che gli darà modo di essere ordinato e di sapere che se non lo farà saranno guai. I punti fermi ( da non scambiare con i punti di forza) sono le regole di cui un bambino ha bisogno per crescere sicuro.
  5. Affidategli dei compiti. Avete mai notato che i bambini vogliono stare con voi anche quando riordinate? Bene! Quel momento può essere l’ideale per farlo sentire importante e sicuro. Farsi aiutare a riordinare i suoi vestiti, dirgli di prendere una penna, mostrargli di avere bisogno del suo aiuto sono tutti input che gli daranno fiducia in se stesso.
  6. Non etichettateli. E’ molto importante per il bambino sentirsi accettato per quello che è, per cui ogni volta che assume un comportamento, sia esso positivo o negativo, apprezzate il comportamento in maniera indiretta. Un esempio molto semplice può essere:- mi piace come hai messo in ordine i tuoi giocattoli. In questo modo sarà rinforzato il comportamento. Allo stesso modo nei rimproveri potrete dire:- non mi piace che i giocattoli siano ancora a terra. In questo modo il bambino correggerà il suo comportamento, oppure, lo riproporrà ( in caso di lode) senza sentirsi sminuito o adulato.
  7. Siate concreti negli apprezzamenti. Tutte le volte che il vostro bambino avrà avuto un comportamento che vi soddisfa, che avrà svolto bene i compiti, siate concreti nel modo di apprezzarlo. Cosa significa essere concreti? Significa ditegli cosa vi è piaciuto, perché vi è piaciuto e soprattutto, perché siete fieri di lui. Allo stesso modo dei rimproveri anche gli apprezzamenti devono essere spiegati, è il comportamento che deve essere apprezzato, affinché questo lo faccia sentire importante e lo sproni a riproporlo.
  8. Evitate i paragoni. Tutti i figli sono unici e farglielo sapere è fondamentale, per cui è bene evitare paragoni con tutti. A partire dai fratelli, per passare agli amichetti e finire al bambino nel carrello al supermercato che sta fermo e buono.
  9. Date importanza al suo impegno non al risultato. Oggi viviamo nell’era dei primati e spesso le mamme sentono il bisogno che il proprio figlio primeggi in tutto. Questo crea molta ansia nei nostri piccoli, per cui sarebbe bene prestare importanza a quanto impegno il bambino ha messo in un determinato compito e lodarlo qualsiasi risultato abbia raggiunto.
  10. Correggete i loro sbagli con il sorriso. Tutte le volte che i bambini commettono uno sbaglio, provate a correggerlo senza urlare. provate a spiegargli con calma cosa va fatto e cosa non va fatto e soprattutto dimostrategli che nessuno è esente da errori, l’importante è che una volta compreso lo sbaglio non si ripeta. Senza gridare e con pazienza, perché i bambini sono spugne che assorbiranno le cose buone e quelle cattive. Fate capire loro che imparate insieme e che lo scambio è reciproco.

Non è difficile insinuare la stima nei nostri piccoli, abbiamo solo bisogno di allenamento. Ricordatevi che facendo si impara! Alla prossima!

Rosaria Uglietti una mamma psicologa

7 risposte a “L'importanza dell'autostima: come crescere un figlio sicuro”

  1. Grazie per questo articolo, mi ha fatto capire che sto seguendo la strada giusta…anche se non è sempre facile per me! A volte la calma si perde, la voce si alza. Altre volte penso che faccio prima da sola che facendomi “aiutare”. Ma con impegno si fa…

    1. Grazie per la stima. Non è mai facile, prima che diventi tale ci vuole allenamento, credimi ti capisco più che bene. I primi tempi in cui ero sempre stanca ( molto più di adesso) dovevo fare davvero un grande sforzo. Stare tutto il giorno da sola e senza forza, è stato in quel momento che la mia volontà ha preso piede. In bocca al lupo a presto!

  2. Grazie per gli utilissimi consigli. In alcuni mi ci ritrovo in pieno, in altri fatico ancora un po”, ma prometto di impegnarmi e di prendere spunto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *