Cosa è la plus dotazione

pj-masks-super-pigiamini-08

Un giorno in rete ho conosciuto Chiara e con lei ho scoperto la plus dotazione.

La dotazione o potenziale è un’area di sviluppo che possediamo tutti e ognuno di noi ha le sue caratteristiche biologiche, queste ultime sono attivate attraverso le stimolazioni familiari, contestuali e dei propri pari. Grazie al proprio potenziale ogni individuo ha la possibilità di sviluppare le proprie abilità specifiche.

Alcune persone hanno un potenziale superiore alla media che può riferirsi a vari ambiti, motorio, socio emotivo, scolastico, artistico.

Viviamo purtroppo però in un mondo che ha la tendenza a concentrarsi esclusivamente sul potenziare cognitivo e detto tra di noi non sempre nel migliore dei modi. C’è da dire, inoltre, che sovente si confonde la dotazione con il talento, scambiando le persone con alta dotazione ( e quindi plus dotateper piccoli geni che tutto sanno e che non possono avere invece delle défaillance in qualche ambito. A mio avviso questa è una delle cause che porta le persone plus dotate a vivere stressate. Di questo ne parleremo in seguito. Mi limito a dire adesso che il talento è una predisposizione che ha una persona e quindi anche un bambino può avere e manifestare in un ambito, ma non basta avere talento per ottenere successi, allo stesso modo in cui non è detto che una persona plus dotata debba eccellere in tutto.

Come distinguere un bambino talentuoso da uno plus dotato?

Esiste una fondamentale differenza tra il bambino talentuoso e quello plus dotato.

Il bambino talentuoso in genere risponde alle domande, si distingue dal gruppo, comprende le idee, ha facilità nell’apprendimento, diventa competente dopo alcune ripetizioni.

Il bambino plus dotato pone domande, è curioso, discute i dettagli, sa manipolare le informazioni, non è sempre attento sebbene riesca poi nell’esecuzione del compito. Ciò che è possibile comprendere e che forse anche gli altri, perdonate la mia presunzione, dovrebbero comprendere è che il bambino plus dotato preferisce relazionarsi con gli adulti proprio perché il suo sviluppo cognitivo è superiore, ma questo non significa che debba essere considerato un adulto in miniatura. Ha i sentimenti e le emozioni che rispecchiano la sua età anagrafica e ciò non deve lasciarci disarmati, se un bambino plus dotato fa dei capricci è fisiologico, questi rispecchiano la sua età reale che non deve essere sottovalutata preferendo quella cognitiva.

Ho letto migliaia di consigli che potrei scrivere riguardo i genitori dei bambini plus dotati, primo fra tutti l’esaltazione delle loro caratteristiche positive, ho letto di una modalità educativa autorevole, ma allo stesso tempo rilassata. Io credo che invece dovremmo iniziare a guardare a questi genitori ma soprattutto a questi bambini come a delle persone che per caso eccellono in alcuni ambiti ma che restano pur sempre persone.

Stimolare e potenziare i programmi scolastici è opportuno perché altrimenti loro potrebbero annoiarsi, ma credo ci sia differenza fra stimolare e sovra caricare.

Genitori e insegnanti amici o nemici?

Ritengo questo un tasto dolente per tutti, i genitori sanno che non sempre le scuole riescono ad accogliere i loro figli, non hanno gli strumenti, sia curriculari che a volte personali ed umani.

Gli insegnanti non sanno più quale sia il loro ruolo.

La verità è che viviamo in un momento storico dove la scuola subisce tanti di quei tagli che ormai gli insegnanti vivono di frustrazioni e un bambino che ha le sue caratteristiche che però non si conformano a quelle degli altri bambini rappresenta un ulteriore problema. Non è una giustificazione, ma non possiamo condannare degli insegnanti che non sanno dove mettere le mani. Si parla sempre della presenza di uno psicologo nella scuola, ma gli insegnanti sono messi nelle condizioni di lavorare? Le famiglie possono scegliere la scuola? La risposta è no, perché la scuola forse non esiste più e come diceva un vecchio libro:- Ed io speriamo che me la cavo! Alla prossima!

Rosaria Uglietti una mamma psicologa

Facebook Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *