Noi al villaggio di Babbo Natale

img_5859

Sabato pomeriggio, ci siamo riusciti, siamo andati al villaggio di Babbo Natale in Piazza Municipio a Napoli, una delle tante attrazioni gratuite della mia città. Dopo pranzo e dopo aver allestito l’albero, ci siamo fatti il solito riposino per essere informa per la grande avventura. Ci siamo messi in viaggio e poiché ci sarebbe stata la notte d’arte con negozi aperti e concerti in vari punti della città, abbiamo deciso di portare con noi il passeggino. Era giusto un anno che non ne facevamo uso, ho abituato Maya fin da subito alle nostre passeggiate e devo dire, che per fortuna, a lei piace passeggiare. L’utilizzo del passeggino a lei l’ha divertita, a me ha un po’ emozionato. Mi è parso di tornare indietro nel tempo e di riappropriarmi della sua prima infanzia, visto che il primo anno di Maya è coinciso con il manifestarsi e il repentino acuirsi della fibromialgia. Siamo arrivati in metro, evitando l’inutile traffico tipico delle feste e giunti a destinazione abbiamo girato fra le varie bancarelle di prelibatezze locali e non e fra i vari personaggi, elfi, musica e profumi inebrianti hanno accompagnato la nostra passeggiata.

img_5829

E’ stato molto bello vedere Maya divertirsi, questo è il primo anno in cui riesce a comprendere realmente la magia del Natale e noi ce la stiamo mettendo tutta per farle vivere un momento da favola, tra turni e miei incidenti di percorso le giornate trascorrono, i racconti fioccano e i suoi sorrisi abbondano. Alla fine della giornata, le abbiamo preso una pizza, a pizz a portafogl come si dice dalle nostre parti e poi abbiamo deciso di andare comunque in pizzeria a rifocillarci, riscaldarci e poi metterci in cammino per il viaggio di ritorno.

Siamo tornati a casa alle 21:00 e Maya stanca ma felice è andata a letto e subito si è addormentata.

Alla prossima!

Rosaria Uglietti una mamma psicologa

Facebook Comments

3 Replies to “Noi al villaggio di Babbo Natale”

  1. Ciao Rosaria come stai?
    ma che bello il villaggio di Babbo Natale 😉 sono contenta che non fosse a pagamento, qui a Roma è quasi tutto a pagamento per i bimbi, ci stavo facendo caso sabato pomeriggio quando sono stata con il mio compagno al mercatino di Natale;)
    un abbraccio mia cara

    1. Oggi va meglio, purtroppo con la fibromialgia non puoi fare previsioni, io vado sempre alla ricerca di cose gratuite, perché ci sarà tempo per i parchi a pagamento, che poi il più delle volte sono anche meno belli 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *