Ha la febbre che faccio? Consigli per le neo mamme …

janice-ha-la-febbre

La febbre è il primo sintomo che allarma i genitori, soprattutto, quelli alle prime armi. Non sapere cosa fare lascia tutti nel panico. Vediamo insieme come comportarci.

La prima regola è non agitarsi, facile a dirsi direte, ma agitarsi non farebbe altro che agitare il proprio piccolo. La prima volta che Maya ebbe la febbre fu una conseguenza della sua prima vaccinazione, sapevo che poteva accadere ma ero sola e la febbre arrivò a 39°, non avevo medicinali in casa e quindi chiesi aiuto alla mia vicina. Il primo consiglio che sento di darvi quindi è quello di avere sempre in casa un antipiretico e di usarlo solo se la febbre supera i 38°, poiché questa è una difesa dell’organismo e abbassarla subito non ci permette di capire cosa abbia il nostro piccolo. Nel caso in cui la febbre non derivi da una vaccinazione, abbassiamola solo se supera i 38 gradi e rivolgiamoci alla nostra pediatra che ci aiuterà e ci consiglierà nel migliore dei modi. Abbassare subito la temperatura, cioè nel caso in cui il piccolo abbia fino a 38 gradi è sbagliato perché la febbre crea un ambiente ostico a batteri e virus e abbassarla significherebbe creare terreno fertile per un aumento della possibile infezione in atto.

Neonati: segnali da tenere in considerazione.

Ci sono alcuni segnali ai quali bisogna prestare attenzione in caso di febbre o malessere, anzitutto la respirazione, se tende ad innalzare i lati del naso significa che ha difficoltà respiratorie. Se i pannolini sono asciutti rispetto al solito significa che è disidratato e soprattutto se naso e bocca sono secchi. Le prime precauzioni sono: in caso di allattamento esclusivo al seno attaccarlo subito, in caso di allattamento misto idratarlo anche con acqua. Se notiamo che non si sveglia ed ha un colorito pallido. Altri segnali di sicuro malessere sono il vomito e la diarrea. 

Come comportarsi se la febbre non supera i 38 gradi?

La prima cosa da non fare è coprire eccessivamente il bambino, continuare ad allattarlo per tenerlo idratato in caso di neonati, in caso di piccoli che prendono il biberon idratarli il più possibile anche con acqua. Non allarmiamoci se la fame diminuisce è il sintomo di un malessere, assecondarli e coccolarli il più possibile sono le armi migliori contro i malanni. In caso di brividi non vestiamoli di più, mettiamogli una coperta e sdraiamoci vicino a loro oppure in bambini un po’ più grandi borsa dell’acqua calda vicino ai piedini da togliere appena i brividi saranno scomparsi. I brividi sono una reazione della febbre e sono fisiologici.

 Posso dare un antipiretico? 

Non fate nulla da sole, rivolgetevi sempre e solo alla vostra pediatra di fiducia, anche se questi sono farmaci da banco ricordiamoci sempre che sono medicinali e che solo e SOLTANTO  un medico potrà prescriverli, ci sarà un motivo se hanno una laurea. Fidiamoci di loro e non facciamo nulla di testa nostra. Alla prossima !

Rosaria Uglietti una mamma psicologa 

.

Facebook Comments

6 Replies to “Ha la febbre che faccio? Consigli per le neo mamme …”

    1. 🙂 ne arriveranno ancora di informazioni utili, sto provando a fare una storia, sono partita dalla gravidanza e sto cercando di proseguire a tempo, quindi nascita, coppia che si trasforma, sono, bagnetto. arriveranno anche tosse e raffreddore 😉 poi c’è stato allattamento e poi verrà divezzamento . l’unica cosa che non dovete mai dimenticare è avere una sola pediatra di fiducia, altrimenti impazzirete a presto !

  1. Per curare l’influenza in maniera intelligente e necessario sfatare i falsi miti che vi ruotano attorno primo fra tutti il fatto che gli antibiotici siano indispensabili per combattere la febbre.

    1. Esatto, infatti, non li ho assolutamente menzionati, ma anche gli antipiretici sono molto abusati, grazie per il suo contributo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *