Essere mamme con la fibromialgia

IMG_7541-min_opt

Hai la fibromialgia? Che cosa è? Come fai con Maya? Queste le domande più diffuse che mi pongono quando scoprono che sono fibromialgica. Chi conosce questa malattia sa che ci sono gesti e movimenti semplici che diventano quasi un’impresa da guinness dei primati, prendere un bicchiere d’acqua e fare una passeggiata sono solo dei piccoli esempi.

Vediamo insieme come si traduce questo nella vita di una mamma. 

Continue reading “Essere mamme con la fibromialgia”

Acqua e piccoli, quanta ne devono bere al giorno?

photovisi-download

Qualche tempo fa una mamma mi chiese come riuscissi a far bere tanta acqua a Maya e quanta in generale ne dovrebbero bere i bambini. Siamo bombardati dalle pubblicità riguardo ai due litri di acqua da bere al giorno e questo crea in molte mamme tanta ansia. Ciò che alle mamme non è detto è che due litri di acqua sono necessari dagli undici anni e non di certo in bambini piccoli o peggio nei neonati. Continue reading “Acqua e piccoli, quanta ne devono bere al giorno?”

Piccoli e nanna … Buone regole per crescere bene …

 

adorable-21998_1280

 

Alcune mamme con figli che non sono dormiglioni mi chiedono spesso se sia vero insegnare ai propri figli a dormire. Le neo mamme sono le più ansiose, dottoressa ma mio figlio non dorme sono sbagliata? No cara mamma, non sei sbagliata, semplicemente non ti hanno detto che il sonno si insegna, che si acquisisce con il tempo ed è importante che tu abbia una routine affinché tuo figlio sappia quando è il momento di andare a dormire

Un sonno tranquillo e prolungato deriva da vari fattori, bisogna soprattutto ricordare che ogni bambino è diverso, ogni famiglia ha le sue esigenze e ogni mamma ha il suo modo di educare.  In ogni caso ci sono delle strategie che possiamo adottare per avere delle notti più tranquille. Non aspettatevi ovviamente che un bimbo che di natura non dorme tantissimo diventi il migliore amico di Morfeo, però con il tempo e la costanza le vostre notti saranno più serene.

Ecco qualche consiglio:

Ricorda di non aspettare che sia stanco altrimenti avrà difficoltà ad addormentarsi.

Instaura una routine che faccia capire a tuo figlio quando è ora della ninna. La routine la modificherai adattandola alla crescita di tuo figlio e dovrà includere attività tranquille e concilianti il sonno. Indispensabile che sia sempre la stessa ogni giorno.

Lascialo addormentarsi nel letto, anche se pratichi il coo-sleeping, insegna a tuo figlio ad addormentarsi da solo, se lo tieni in braccio è una conseguenza fisiologica che si svegli quando lo riponi. E’ pur sempre un bambino e soprattutto si sentirà spaesato se dovesse addormentarsi fra le tue braccia e svegliarsi nel letto. Questo a maggior ragione se dorme nella culla.

In fine ricorda che la tua sensazione di caldo e freddo è diversa da quella di tuo figlio. Parlo per esperienza personale. Maya da piccola la trovavo sempre fuori dalle coperte in inverno, allo stesso modo in cui in estate non riesce a dormire senza calzini, anche in pieno agosto. Alla prossima!

L'importanza della coppia, anche quando scoppia

9de2a8aa5ace4196a51e8c7dc5a9e3f6

Oggi più di ieri assistiamo alla separazione di coppie con figli.

Cosa fare per  crescere i nostri piccoli serenamente?

La cosa fondamentale che purtroppo non trova pratica nella realtà è che si dovrebbe rimanere coppia anche da separati. Volenti o nolenti la coppia genitoriale è indissolubile e dovrebbe essere la condizione necessaria per far si che i nostri piccoli crescano serenamente. Inoltre, separarsi serenamente, è anche il presupposto per instaurare in maniera serena e felice nuovi rapporti relazionali. Continue reading “L'importanza della coppia, anche quando scoppia”