Non vuole le pappe che faccio?

0001-114201586

La volta scorsa abbiamo parlato di svezzamento, oggi vediamo insieme come comportarci se nostro figlio non vuole le pappe.

Mela e pera, di solito, sono i primi alimenti che offerti per iniziare lo svezzamento, in seguito si inseriscono altri alimenti tra cui le pappe. Alcuni bambini, compresa mia figlia, non amano questo tipo di alimento.

Che fare?

Ricordo che ho faticato per farle mangiare qualche pappa, per cui, in accordo con la pediatra le ho sostituito subito le pappe con i brodi e le ho inserito la pastina piccola, quella che può tranquillamente essere ingoiata.

Le mamme, spesso, si avviliscono quando i loro piccoli rifiutano le pappe, perché, temono sempre qualche catastrofe, prima fra tutte qualche carenza alimentare a seguire qualche disturbo. La calma in questi casi è l’arma migliore, il nostro alleato indimenticabile. Non è facile, soprattutto, se si è circondati da parenti ansiogeni che con i loro consigli maestri hanno una soluzione per tutto e il dito puntato sempre a portata di mano.

Mi ricordo, infatti, alcuni consigli assurdi, il più inflazionato era quello di mettere un po’ di miele sulla punta del cucchiaio per distrarre Maya. Cosa che mi sono sempre rifiutata di fare. C’è da dire, inoltre, che Maya ama i sapori decisi, quelli un po’ agresti, infatti, non ho avuto alcuna difficoltà ad inserirle le varie verdure e sono stata fortunata, perché, ho potuto darle direttamente la frutta frullata al posto degli omogeneizzati che non ho mai amato. Ogni genitore, ovviamente, è libero di scegliere, in accordo con il proprio pediatra, il tipo di alimento da dare al proprio piccolo. Io non amo molto i cibi industriali e in questo sono stata fortunata perché Maya ha sempre preferito i sapori più decisi e naturali degli alimenti rispetto a quelli edulcorati e industriali.

Comportamenti da evitare.

La prima cosa da evitare in assoluto e che sovente i genitori mettono in pratica è insistere se il piccolo non vuole mangiare la pappa. Niente di più sbagliato. Se il bimbo non vuole mangiare bisogna armarsi di tanta, tanta pazienza. Lasciar trascorrere qualche giorno prima di somministrare nuovamente un alimento non gradito. Qualora non venisse nuovamente accettato, lasciar perdere e riprovare dopo qualche giorno, se ci rendiamo conto che dopo il secondo, al massimo terzo tentativo quell’alimento non è accettato meglio non insistere.

La seconda cosa da evitare è il provare a distrarre il bambino con qualche giocattolo con la speranza che mangi, questo gli creerà un rapporto sbagliato con il cibo. Lo percepirà come un gioco e quindi vorrà sempre la novità. Cosa farete quando avrete terminato le scorte di inventiva? Meglio non insistere e magari fargli saltare anche il pasto se proprio non vuole mangiare, al prossimo pasto avrà più fame sicuramente.

Sorridere, essere calmi e parlare dolcemente sono tra gli atteggiamenti invece da mettere in atto, la vostra calma sarà un ottimo viatico per un buon rapporto con il cibo, la vostra ansia il deterrente per farglielo odiare. Alla prossima!

Rosaria Uglietti una mamma psicologa

.

Facebook Comments

One Reply to “Non vuole le pappe che faccio?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *